Quando la carie si approfondisce nei tessuti duri del dente e raggiunge la polpa dove risiede il nervo, i batteri creano una infiammazione che procura un dolore molto intenso e diffuso. Questo dolore è persistente ed è spesso ribelle ai normali analgesici. Successivamente la polpa del dente, aggredita dai batteri, va incontro ad un processo degenerativo fino alla morte delle cellule che lo compongono. In questo caso il materiale infetto contenuto nella polpa e nei canali radicolari raggiunge il parodonto (tessuto parodontale e osso alveolare) innescando una reazione infiammatoria cronica chiamata granuloma.

In qualsiasi momento questa situazione può evolvere in senso acuto, determinando un ascesso dentale.

In qualche caso la necrosi della polpa è conseguenza non di una aggressione batterica ma di un insulto traumatico e può anche manifestarsi a distanza di anni dal momento del trauma stesso.

In tutte queste condizioni è necessario, se non si vuole perdere il dente, detergere rimuovendo tutti i detriti settici dai canali, disinfettare e sigillare lo spazio endodontico per garantire la sopravvivenza nel tempo dell’elemento dentale.

Studio Leghissa Briata Demarosi
Studio Leghissa Briata Demarosi

Studio associato Leghissa - Briata - Demarosi

Via Raffaello Sanzio, 31/A - 20149 Milano

P.IVA 06592890153

Studio Leghissa Briata Demarosi

Proudly created with Wix.com

Il sito fa uso di cookie tecnici