Search
  • Federica Demarosi

BACK TO SCHOOL: COSA METTERE NELLO ZAINO PER L'INTERVALLO. SETTE COSE DA SAPERE


1) Gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio sono fondamentali per una corretta alimentazione del bambino. Alcune scuole forniscono la merenda per l’intervallo, in altre sono le famiglie a scegliere cosa mettere nello zaino del proprio bambino. In entrambi i casi, la merenda deve essere a base di cibi e bevande a basso contenuto di zucchero e facilmente asportabili dalla superficie dei denti.

2) Questo perché, da molti anni, è stato dimostrato che l’assunzione, a brevi intervallo di tempo, di cibi o bevande molto zuccherate è un importante fattore di rischio per lo sviluppo di carie e gengivite. A determinare la formazione di una carie concorrono molteplici fattori tra cui molto importanti sono la dieta e i batteri presenti nella placca. I batteri hanno bisogno di zuccheri per vivere e riprodursi.

3) Tutte le volte che nel cavo orale vengono introdotte sostanze zuccherate, i batteri le utilizzano producendo metaboliti acidi responsabili della demineralizzazione dello smalto del dente. Perché ciò avvenga il Ph deve avere un valore inferiore a 5.5. Tale demineralizzazione può essere reversibile o può portare alla formazione di una carie.

La saliva, infatti, è in grado di tamponare l’acidità creata dai batteri e di portare il Ph alla normalità in circa mezz’ora, favorendo così la remineralizzazione dello smalto e evitando la formazione della carie.

4) Al contrario, se nel cavo orale vengono introdotti cibi o bevande zuccherate a brevi intervallo di tempo (esempio succo di frutta nel biberon) o sostanze zuccherate difficilmente asportabili dalla superficie del dente (esempio caramelle) la saliva non riesce a tamponare l’acidità e il dente rimarrà esposto agli acidi. Tale esposizione prolungata nel tempo porta alla demineralizzazione dello smalto e successivamente alla formazione della carie.

5) Anche la gengivite cioè l’infiammazione delle gengive, è causata da molteplici fattori tra cui i più importanti sono la dieta e i batteri presenti nella placca. Anche in questo caso i batteri utilizzano gli zuccheri per vivere e riprodursi. L’accumulo di batteri sulla superficie del dente (placca batterica) porta all’infiammazione delle genvive, caratterizzata da gonfiore, sanguinamento, dolore.

6) Di seguito riportiamo quando scritto nelle “Linee Guida del Ministero della Salute”: L’assunzione di bevande e cibi contenenti carboidrati semplici è sconsigliata fuori dai pasti principali; in particolare, l’uso del succhiotto edulcorato e l’uso non nutrizionale del biberon contenente bevande zuccherine devono essere fortemente sconsigliati.

Ciò significa che l’assunzione di cibi e bevande contenenti zuccheri come dolciumi, biscotti, torte, merendine, miele, bibite, succhi di frutta, deve avvenire il meno possibile. Ricordando, anche, che il consumo elevato e frequente di zuccheri rappresenta un fattore di rischio per le malattie cardiache e il diabete.

7) Quindi, cosa mettere nello zaino dei nostri bambini? Senza dubbio la frutta. E poi, cibi salati come panini e toast preparati a casa, focaccia, pizza. Attenzione invece a cibi e bevande non tipicamente dolci, come snack salati di produzione industriale perché spesso questi prodotti contengono zuccheri. E da bere? L’acqua. Se però, ogni tanto nella merenda a casa, vogliamo concedere al nostro bambino il piacere di un dolce, facciamolo, ma deve lavarsi subito i denti!


33 views
Studio Leghissa Briata Demarosi
Studio Leghissa Briata Demarosi

Studio associato Leghissa - Briata - Demarosi

Via Raffaello Sanzio, 31/A - 20149 Milano

P.IVA 06592890153

Studio Leghissa Briata Demarosi

Proudly created with Wix.com

Il sito fa uso di cookie tecnici