Search
  • Giulio Cesare Leghissa

5 cose da sapere sulla sicurezza nello studio odontoiatrico


Certo, il bello fa subito scena, ma poiché non si tratta di un negozio di giocattoli ma di uno studio dentistico, non basta che sia bello. Deve essere sicuro. E allora cosa dobbiamo guardare per essere tranquilli? 5 cose da sapere

• Le divise, i capelli, le mani degli operatori devono SEMPRE essere irreprensibili. E non basta: devono indossare guanti che vengono sostituiti per ogni paziente e ogni volta che viene lasciata la postazione di lavoro, e si devono indossare i dispositivi di protezione individuale (mascherina, cappellino o cuffietta, occhiali) sempre durante le terapie.

• Avete osservato gli strumenti che verranno utilizzati? Devono essere imbustati e sterili, e le buste devono essere aperte davanti a voi. E come si fa a sapere che sono sterili? Sulla busta devono esserci le etichette con la data di scadenza e la data di sterilizzazione. Sapete che gli strumenti imbustati restano sterili per un mese? Dopo un mese, se non sono stati utilizzati, vanno comunque rimbustati e riprocessati in autoclave. Ecco l'importanza dell'etichetta sulla busta: ci dice in che data sono stati processati e quando scadono. E' un lavoro gravoso mettere l'etichetta su ogni pacchetto, controllare regolarmente tutto ciò che sta andando in scadenza per rimandarlo in sterilità, riprocessare il tutto. Ma se sulla busta non c'è l'etichetta con queste caratteristiche è impossibile sapere se quello strumento è sterile e, dunque, non deve essere usato. Il corretto funzionamento delle autoclavi deve essere verificato ogni mattina prima dell'inizio del lavoro, e durante ogni ciclo di funzionamento . In linea di sterilità deve esserci il registro sul quale viene archiviato il risultato di ogni controllo giornaliero (vacuum test, helix test). Deve esserci il registro sul quale viene archiviato il controllo fatto per ogni carico processato (vaporline). La autoclavi devono essere periodicamente pulite e manutenute. Per questo motivo deve esserci in linea di sterilità un calendario con le scadenze per la pulizia e manutenzione di queste macchine con l'evidenza dei turni fatti e da fare e con la firma dell'incaricato. Ricordatevi sempre che anche le macchine più precise e innovative funzionano solo se sono seguite in modo attento e preciso da chi le utilizza. Non serve a niente mettere gli strumenti in autoclave se non vengono rispettati tutti i passaggi necessari. Siete andati in linea di sterilità a vedere se tutte queste procedure vengono espletate? Se non avete visto tutto questo nel nostro studio non esitate a chiedere! Sarà un piacere accompagnarvi per una “visita guidata”. 10 minuti spesi bene perché vi si aprirà davanti tutto un mondo di attenzioni, rigidi protocolli, impegni quotidiani che non immaginavate.

• Sicurezza significa anche che il personale è in grado di intervenire in caso di emergenza (eccezionale ma possibile). Per questo motivo è necessario avere un defibrillatore (come quelli che avrete visto negli aeroporti e negli ospedali) che deve essere controllato ogni mattina da un addetto nominato dallo studio. Oltre all'apparecchiatura per la rianimazione, occorre che lo stesso personale abbia ricevuto la formazione per intervenire in caso di rianimazione (BLSD). Occorre che nelle sale operative siano presenti i farmaci di pronto soccorso e che questi farmaci vengano controllati nelle date di scadenza da un addetto. E' indispensabile che l'adrenalina venga tenuta in un luogo che non raggiunga i 15°c e che la temperatura venga tenuta sotto controllo da un termometro che registri la temperatura continua e ne rilevi la massima e la minima.

• Sicurezza significa possedere tutte le apparecchiature biomediche (che entrano in contatto con il paziente) marcate CE ed averle acquistate corredate di Certificazione di Conformità ed il libretto di istruzioni in Italiano. Chiedeteci se abbiamo la documentazione di tutti gli apparecchi presenti in studio. E per le sostanze utilizzate? Esiste la documentazione relativa alle schede di sicurezza che ne riportino il livello di pericolosità? Sulla scheda ci sono i nuovi simboli REACH?

• E le risorse umane? Avete controllato che tutti gli operatori: odontoiatri, igienisti, assistenti di studio odontoiatrico (ASO), abbiano conseguito il titolo di studio abilitante o che certifichi le loro competenze? Gli odontoiatri hanno le lauree affisse alle pareti, come le igieniste. E le assistenti di studio? Che tipo di formazione hanno le lavoratrici che si occupano dell'assistenza odontoiatrica? Alcune hanno fatto le commesse, altre le parrucchiere, altre le donne delle pulizie. E come fanno a gestire la disinfezione e la linea di sterilità? Purtroppo, fino ad oggi, solo in Lombardia e in Veneto possiamo trovare Assistenti di Studio Odontoiatrico formate secondo una normativa regionale. Ma solo pochissimi studi hanno ASO formate secondo i percorsi regionali. Andate a vedere se le ASO hanno il loro certificato di competenza, è un test importante per valutare la sicurezza dello studio.

#5cosedasapere #studioodontoiatrico #dentista #odontoiatra #sicurezza #studiodentistico #sicuro

0 views
Studio Leghissa Briata Demarosi
Studio Leghissa Briata Demarosi

Studio associato Leghissa - Briata - Demarosi

Via Raffaello Sanzio, 31/A - 20149 Milano

P.IVA 06592890153

Studio Leghissa Briata Demarosi

Proudly created with Wix.com

Il sito fa uso di cookie tecnici